Specialisti nel Brokeraggio Assicurativo per la Scuola

Contattaci Collabora con noi Approfondimenti

La scelta del broker assicurativo per la scuola

 

Il quadro normativo per la procedura da adottare nella selezione del broker è il seguente:

  • La Nuova Linea Guida Anac sugli Affidamenti Sotto-Soglia, che attua l'Art. 36. comma 2 del nuovo Codice dei Contratti pubblici (D.Lgs. 18 aprile 2016 n.50), regola al punto 4.3.2 "gli affidamenti di modico valore" (inferiori ai 1.000 euro) e dispone che si possa procedere ad un affidamento diretto, con motivazione sintetica espressa nella determina ovvero in un atto equivalente (ad esempio lo stesso incarico al Broker) redatti in modo semplificato.
  • Incarico al Broker: è un atto propedeutico all'affidamento dei servizi assicurativi; è un atto interno alla scuola; non è un contratto per conto; non vengono coinvolte le famiglie (genitori); non presenta alcun profilo di rischio o responsabilità per la scuola.

La Dirigenza Scolastica può pertanto ricorrere all’affidamento diretto dell’incarico di brokeraggio in quanto l’ammontare delle commissioni percepite dal broker si attesta al di sotto di entrambe le soglie previste dalla normativa di riferimento.

Come si può evincere dalla norma non è necessario ricorrere ad un processo di gara per la selezione del broker in questi ambiti e al di sotto dei valori soglia sopracitati: la necessità di motivazione dell’affidamento è funzionale a porre in rilievo gli elementi dell’incarico che garantiscono in modo prioritario la qualità delle prestazioni.

I criteri per la scelta del broker assicurativo

Esistono alcuni prerequisiti sostanziali della figura professionale del broker, che valgono per qualsiasi operatore economico che partecipa ad una procedura pubblica di acquisizione di beni o di servizi, la cui mancanza determina l’esclusione dell’operatore economico, come previsto dal nuovo Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 18 aprile 2016 n. 50); questi prerequisiti sono:

  1. l’assenza di una situazione di conflitto di interesse; l’art. 80 comma 5 lettera d) del nuovo Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 18 aprile 2016 n. 50) prevede espressamente l’esclusione qualora “la partecipazione dell’operatore economico determini una situazione di conflitto di interesse ai sensi dell'art. 42 comma 2 non diversamente risolvibile”. Rileva in questo senso l’indipendenza e terzietà del broker, intesa come assenza attuale e passata di legami societari, operativi e funzionali tra la società di brokeraggio e le compagnie assicurative che operano nel comparto scolastico; rientra nella stessa fattispecie il divieto di intestazione fiduciaria delle quote societarie (l’art. 80 comma 5 lettera h) la cui violazione rappresenta una causa di esclusione da tutte le gare pubbliche. 
  2. l’adeguatezza economico-finanziaria del broker, ai sensi dell’art. 83 comma 1 lettera b) del nuovo Codice dei Contratti Pubblici (D.Lgs. 18 aprile 2016 n. 50), ossia l’esistenza di bilanci societari dai quali risulti un equilibrio economico gestionale e una dimensione economica coerente con i valori dichiarati; 
  3. la competenza tecnica. I requisiti di capacità tecnica richiamati dall’Art.42 del CdCP sono requisiti speciali di qualificazione che concernono l’esperienza e l’affidabilità organizzativa del  Broker e devono essere ragionevolmente adeguati e proporzionati rispetto all’oggetto ed alle caratteristiche tecniche del servizio da erogare. L’adeguatezza si esprime in termini di esperienza settoriale, risorse impegnate, precisione  degli strumenti adottati . 

Accertata l’esistenza di questi prerequisiti, la selezione del broker dovrà in ogni caso essere basata sui criteri che possano rappresentare dei validi indicatori per la selezione del consulente più qualificato in relazione alle caratteristiche del comparto scolastico. I criteri di massima per la scelta del broker, partendo dall’ovvio presupposto dell’abilitazione professionale e dell’iscrizione alla Camera di Commercio competente, possono essere considerati i seguenti:

  • nominativo e numero dei responsabili dell’intermediazione assicurativa;
  • esperienza documentabile nel settore scolastico dei responsabili dell’intermediazione: anni di esercizio nel comparto, pubblicazioni specializzate, attività convegnistica;
  • struttura organizzativa adeguata alle necessità della scuola e dell’utenza;
  • numero di amministrazioni scolastiche gestite e presenza sul territorio nazionale;
  • numero di amministrazioni scolastiche assistite in gara (con identificativo CIG);
  • Polizza di garanzia RC professionale, ossia l’esistenza della copertura assicurativa obbligatoria per gli eventuali danni causati da errori professionali del broker o dei suoi collaboratori.
  • adozione di criteri matematici nella valutazione delle offerte;
  • adozione di parametri oggettivi di valutazione dei danni (IP, danno denti, danno estetico);
  • numero di voci sulle quali avviene la comparazione tecnica delle offerte.

La scelta del Broker nella scuola può essere lecitamente compiuta per affidamento diretto, perché le norme lo consentono espressamente. L’autorevole giurisprudenza sul tema è relativa alla fattispecie del rapporto tra broker e grandi pubbliche amministrazioni, che ha caratteristiche diverse rispetto al comparto scolastico.

Nella scelta del proprio consulente assicurativo la Dirigenza Scolastica dovrà privilegiare l’aspetto consulenziale e tecnico  della prestazione professionale dell’intermediario rispetto a quello della remunerazione, in quanto il livello di commissioni del broker non potrà determinare in alcun modo un differenziale di costo per l’Amministrazione in accordo anche con quanto previsto dall’art. 95, comma 7, del Codice, secondo il quale è possibile competere esclusivamente sulla qualità . L’eventuale consultazione di mercato presuppone la verifica sulla professionalità e sull’esperienza del broker in base alla specializzazione sul comparto scuola ed in base alla sua capacità di documentare questa esperienza, anche attraverso l’analisi dei processi aziendali e dei supporti tecnico-matematici adottati per la comparazione delle offerte pervenute.