Specialisti nel Brokeraggio Assicurativo per la Scuola

Contattaci Collabora con noi Approfondimenti

Annullamento di un'aggiudicazione di servizi assicurativi

Tecnobroker Log Network

Dimostrati i fitti rapporti societari e familiari esistenti tra la compagine gestionale dell’agente partecipante e quella del Broker  incaricato della predisposizione degli atti di gara.

Estratto da Appalti e Assicurazioni

[...] tale conflitto d’interessi rende illegittima la partecipazione della Compagnia di Assicurazione , con conseguente obbligo di esclusione della medesima ai sensi dell’articolo 80 comma 5 lett. d) del codice dei contratti pubblici [...]
[...] nel caso di specie, a tacer d’altro, un membro su tre del consiglio di amministrazione (nella persona di D_Gianfilippo) è comune sia al Broker che ha curato la predisposizione degli atti di gara sia ad una società agente della candidata vincitrice (il cui amministratore delegato, peraltro, è stato delegato dalla C_ a rappresentarla nelle fasi pubbliche di gara, come si evince dai verbali n. 1 del 9 giugno 2016 e n. 2 del 14 giugno 2016);

FONTE: Appalti e Assicurazioni

AREA: Giurisprudenza Sentenza TAR

TEMA: RCT

AMBITO: Materiale di Gara, Procedura di Gara

CHIAVI DI LETTURA: Culpa in Eligendo

 

In Sintesi

Il TAR si esprime per la prima volta sul conflitto d’interessi regolato dal Nuovo Codice dei Contratti Pubblici. Lo fa con la sentenza del 09 01 2017 (TAR Abbruzzo), che riguarda non casualmente il settore assicurativo. Lo stesso settore che per primo è stato oggetto  di regolazione dall’Autorità Anti Corruzione con specifica Linea Guida. Questo conferma l’attenzione particolare su una tipologia di acquisizione che vede la quantificazione dei  rischi e la misura delle responsabilità legati non all’ammontare del premio, ma alle somme e ai massimali assicurati. Un banale contratto assicurativo scolastico del costo di 5.000 euro può dar luogo a una controprestazione di gran lunga più elevata che, nei casi limite, può raggiungere milioni di euro.

La sentenza riafferma i punti fermi stabiliti dalla normativa Nazionale e Comunitaria. Vediamoli in breve:

  1. Il conflitto d’interessi non richiede la dimostrazione o la prova, ma solo il pericolo astratto che questo si possa manifestare. 
  2. Tale pericolo astratto rende illegittima l’aggiudicazione alla ditta in conflitto!  L’aggiudicazione va in automatico alla seconda classificata non in conflitto. 
  3. L’amministrazione appaltante sarà tenuta a pagare il danno alla seconda classificata, se questa fa ricorso, danno che ovviamente sarà oggetto di rivalsa erariale con possibile chiamata diretta e in solido del dipendente responsabile davanti al giudice ordinario  (Sezioni Unite Corte di cassazione Ordinanza  n. 17586 del 04.09.2015).
  4. Nelle fattispecie assicurative in caso di conflitto tra il dipendente o prestatore di servizio e la compagnia aggiudicataria sarà la compagnia ad essere eliminata. 
  5. Quando il dipendente pubblico, il consulente o il broker ha: “in qualsiasi modo, ha, direttamente o indirettamente, un interesse finanziario, economico o altro interesse personale che può essere percepito come una minaccia alla sua imparzialità e indipendenza nel contesto della procedura di appalto o di concessione” l’aggiudicazione alla compagnia in conflitto deve essere annullata e viene, d’ufficio, assegnata alla seconda.
  6. Il conflitto d’interesse s’estende a chiunque abbia qualche ruolo anche non formale nel procedimento di acquisizione: il venditore che “passa del materiale”, la casa editrice che ha rapporti di collaborazione con la compagnia, il DSGA che è iscritto ad un sindacato che ha una convenzione assicurativa con la compagnia aggiudicataria.

http://www.tecnobrokerlog.it/indipendenza-garantita