Specialisti nel Brokeraggio Assicurativo per la Scuola

Contattaci Collabora con noi Approfondimenti

Frazionamento della richiesta risarcitoria

Sinistro Scuola

Problematiche legate alle procedure di chiusura del sinistro e alla conoscenza del contratto assicurativo.

Estratto da www.laleggepertutti.it    

La Corte di Cassazione afferma che il soggetto danneggiato ha il diritto di frazionare la propria richiesta risarcitoria e domandare il risarcimento di una porzione di danno. Detto frazionamento, però, ha come conseguenza che il danneggiato perde la possibilità di agire giudizialmente per il ristoro dell’intera somma. Dunque, il giudice di primo grado non può respingere la domanda di risarcimento a causa del detto frazionamento.

Cassazione civile sez. VI, 04/11/2016 n. 22503

Fonte: Assinews; Laleggepertutti
Area: Giurisprudenza, Sentenza Cassazione
Tema: Modalità richiesta di risarcimento
Ambito: Consulenza Assicurativa
Chiavi di Lettura: Denuncia Sinistro, Risarcimento

In Sintesi

La Sentenza Cassazione ribadisce la necessità di effettuare correttamente la chiusura del sinistro, pena la perdita almeno parziale del risarcimento.

Per una Amministrazione scolastica la sentenza di Cassazione si potrebbe tradurre in due le considerazioni fondamentali.

Prima: La conoscenza approfondita del proprio contratto assicurativo agevola la corretta chiusura di un sinistro. 
Seconda: un sinistro infortuni non chiuso in maniera adeguata si traduce  in un contenzioso aperto con il Ministero e con l’Istituto. Se il beneficiario non ottiene ristoro tramite la polizza, l’unica via che resta è  quella propria della “Responsabilità Oggettiva”.

Da ciò deriva che solo una corretta procedura di gestione dei sinistri può garantire un adeguato ristoro economico per le famiglie, eliminando  o contenendo, al contempo, il contenzioso verso l’Amministrazione.

La consulenza di un broker assolutamente indipendente, che possa fornire la necessaria consulenza alla famiglia all’atto della chiusura dei sinistri, soprattutto quelli più significativi, è un complemento irrinunciabile del servizio assicurativo.

La copertura assicurativa va vista come un servizio “vivo”, che produce il risultato atteso solo se correttamente amministrata da un intermediario che non abbia alcun genere di conflitto di interessi, un Broker indipendente che non abbia alcun interesse aggiuntivo dal lato della compagnia.

Cassazione civile sez. VI, 04/11/2016 n. 22503