Specialisti nel Brokeraggio Assicurativo per la Scuola

Contattaci Collabora con noi Approfondimenti

TECNOBROKER PER I DIRIGENTI SCOLASTICI

 

TUTELIAMO LA RESPONSABILITA' DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Il Dirigente Scolastico stipula il contratto di assicurazione dell’Istituto nell’interesse prioritario degli alunni. La possibile inadeguatezza delle garanzie, correlata alla presenza di limitazioni nelle somme assicurate, dovuta ad una errata impostazione dell’articolato o alla presenza di clausole contrattuali illegittime, potrebbe incentivare le richieste di risarcimento delle famiglie nei confronti dell’Amministrazione, facendo perno sulla “culpa in affidando” per il recupero del differenziale non coperto. La possibile rivalsa della magistratura contabile potrebbe generare in capo al Dirigente Scolastico un danno patrimoniale, che neanche la polizza professionale potrebbe contenere.

 

Per questo motivo noi di Tecnobroker Log promuoviamo l’adozione di una procedura di scelta matematica, che garantisca alla dirigenza scolastica la necessaria trasparenza documentabile del processo di assegnazione e la prova della migliore qualità dell’acquisto.

 

 
SUPPORTO NELLA CORRETTA SCELTA DELLA PROCEDURA DI ACQUISIZIONE DEI CONTRATTI ASSICURATIVI

Per la selezione del miglior prodotto assicurativo, stante la complessità della materia, il Dirigente Scolastico può percorrere due strade:

  • affidarsi ad un broker assicurativo come quasi tutte le altre Pubbliche Amministrazioni;
  • procedere autonomamente, adottando pratiche errate o illecite proposte da soggetti esterni non abilitati.

Se la prima strada è incontestabilmente la via più semplice e sicura, la seconda espone la Dirigenza scolastica ad un aggravio di lavoro e ad un probabile contenzioso con gli offerenti, senza che questa scelta possa generare economie di spesa o miglioramenti delle coperture assicurative più importanti.
La scelta dei prodotti assicurativi per un Dirigente Scolastico è estremamente complessa e delicata.
Necessita di conoscenze legali e matematico attuariali e di una profonda conoscenza delle dinamiche del mercato assicurativo, elementi questi non certo ravvisabili in capo ad una sola persona e sui quali poggiano attività strutturate come l’analisi del rischio, la predisposizione dei capitolati tecnici e la comparazione matematica delle offerte.
La banalizzazione dell’intermediazione assicurativa operata dalle reti di vendita delle compagnie assicurative, che riducono il processo di acquisizione e selezione dei prodotti assicurativi ad un’attività elementare priva di competenze specifiche, genera ancora oggi gravi danni alle scuole e alle famiglie.

 

CONSULENZA ASSICURATIVA: LE CONSEGUENZE LEGATE A PRATICHE ERRATE
La litigiosità del settore assicurativo, fatta di continue pressioni da parte degli offerenti, frequentissime istanze di riesame, richieste di annullamento, ricorsi, pone molto spesso i Dirigenti di fronte ad un’impasse. Tecnobroker Log può aiutarli a uscirne in modo semplice e sicuro.
Una nostra indagine condotta sulle procedure utilizzate dalle scuole italiane, che hanno deciso di attivare la selezione del prodotto assicurativo senza l’assistenza del broker, ha rivelato che le pratiche erroneamente ritenute più “semplici e sicure” sono 4:

Procedura adottata

Presupposti legali

Conseguenze

AFFIDAMENTO DIRETTO

 

Il D.Lgs 50/2016 all'art. 36 regola l'acquisizione motivata dei contartti "sottosoglia" inferiori a 40.000 euro.

Il nuovo regolamento di contabilità delle scuole prevede espressamente che per le procedure di affidamento particolarmente complesse (i servizi assicurativi sono citati come esempio) vengano rispettate le linee guida dell'Anac in attesa del quaderno apposito che indichi la corretta procedura da adottare.

La Linea Guida Anac sugli Affidamenti sotto-Soglia prevede che l'Amministrazione Appaltante effettui prima dell'affidamento un'indagine sulla struttura del mercato e le alternative esistenti, intesa come platea di soggetti economici potenziali offerenti.

Affidare in modo diretto i serizi assicurativi espone il Dirigente Scolastico al rischio di rispondere del danno per culpa in affidando, per aver proceduto con eccesso di discrezionalità laddove era auspicabile maggiore trasparenza per il tipo di contratto specifico stipulato per conto delle famiglie. Come spiegare al giudice le motivazioni di una scelta errata e discrezionale di fronte all’evidenza di lacune e carenze del prodotto assicurativo selezionato?

RINNOVO ESPRESSO
(adottare l’espediente del rinnovo tacito)

 

L’articolo 44 comma 2 Legge 724/94 (modificato dall'articolo 23 comma 1 L. 62/2005 “Legge comunitaria 2004”) prevede che “E’ vietato il rinnovo tacito dei contratti delle pubbliche amministrazioni per la fornitura di beni e servizi, ivi compresi quelli affidati in concessione a soggetti iscritti in appositi albi”.

Tale divieto è stato rafforzato dal nuovo Codice dei Contratti Pubblici, che prevede la nullità di qualsiasi affidamento effettuato con una procedura non esplicitamente prevista dal Codice stesso.

Il contratto è nullo, i sinistri denunciati sono nulli, le richieste risarcitorie vanno al MIUR, la Magistratura contabile eccepisce la colpa grave e aziona la surroga nei confronti del DS. Questi rischi risulterebbero ulteriormente aggravati dall’eventuale manifestarsi di una pandemia per la quale le polizze in essere non prevedono specifiche coperture.

CAPITOLATI FOTOCOPIA
(utilizzare i capitolati e lo schema di comparazione messo a disposizione da un agente assicurativo/collaboratore d’agenzia, che si offre di “coadiuvare” la dirigenza nell’espletamento della procedura)

 

Il Dirigente Scolastico utilizza un “capitolato fotocopia”, favorendo il “consulente” che lo ha proposto e violando il divieto sancito dall’art. 353 bis del Codice Penale

All.1 “DIVIETO DI UTILIZZO DEI BANDI FOTOCOPIA”

 

Il reato deve essere perseguito con la reclusione da sei mesi a cinque anni e con la multa da euro 103 a euro 1.032.  La procedura è nulla e deve essere rinnovata con un impianto regolare.

CAPITOLATI FOTOCOPIA/CONSIGLI DI RIVISTE E SINDACATI
(servirsi degli schemi di gara elaborati da alcune riviste e/o da associazioni di categoria) o procedere in affidamento diretto con la compagnia segnalata dal proprio sindacato

Nel caso dell’adozione di un capitolato tipo il Dirigente Scolastico finisce per adottare uno strumento standardizzato, totalmente inefficace per la misurazione del rischio della propria scuola, che si traduce in un sistema di valutazione tecnica delle offerte inefficiente. L’aggiudicatario fornirà un prodotto largamente inefficace, che genererà contenzioso tra scuola e danneggiati sulle garanzie statisticamente ed economicamente più rilevanti (micro invalidità permanente, danno estetico, danno ai denti etc.)

All. 2 “ADOZIONE DI CAPITOLATI INADEGUATI"

La procedura è impugnabile senza possibilità di difesa. In caso contrario il prodotto assicurativo aggiudicatario dispiegherà i suoi effetti distorsivi, inducendo i danneggiati a ricorrere al giudice per ottenere il giusto ristoro del danno.

Obblighi di rendicontazione dell’operato e predisposizione adempimenti necessari per la difesa in giudizio.

 

Ecco perché più di 1800 Dirigenti scolastici hanno trovato conferme nella struttura di Tecnobroker LOG alle aspettative di sicurezza, trasparenza e semplificazione della procedura con:

  • adozione di procedure semplici, agili, ampiamente testate e a norma, a prova di ricorso amministrativo;

  • massima trasparenza dei processi decisionali;

  • acquisizione di garanzie adeguate perché misurate sulle esigenze reali degli alunni e dell’Amministrazione Scolastica;

  • eliminazione del rischio contenzioso.

 

Perchè scegliere opzioni alternative rispetto all’uso del broker, inutilmente rischiose, che sottraggono tempo alle già esigue risorse umane a disposizione, che conducono a risultati inefficienti e inefficaci e che possono tradursi in rischi penali o patrimoniali in capo al Dirigente Scolastico?

 

PIU' TUTELATI CON